Mancanza di costanza?

Quante volte ho sentito dire: “eh tu hai i risultati perché sei costante, io no!” oppure “Per te è facile, hai costanza…”

Se fosse solo una scusa?

Moltissime volte quando le persone non riescono a raggiungere un obiettivo si appellano alla famigerata “mancanza di costanza”. Come se la costanza o ce l’hai di default oppure non ce la potrai mai avere.

Prova a lasciare per un attimo da parte questa credenza e chiediti da cosa dipende avere la costanza nel fare le cose, nel mantenere certi atteggiamenti, di fare le scelte giuste verso un obiettivo?

Alla fine, pensa… se mantieni sempre le stesse cattive abitudini non vuol dire che sei costante nel farlo?

La questione sta quindi nel rinforzare la costanza per le buone e sane abitudini per portare a termine il tuo obiettivo di miglioramento personale.

Purtroppo, la costanza non si compra al supermercato e nessuno può cedertene un po’ della sua… te la devi costruire da te.

Quando si dice che una persona è costante cosa si intende? Definiamo costante una persona che si impegna giorno dopo giorno per raggiungere un obiettivo. In fondo però vuol dire anche essere onesti nei confronti di sé stessi e di ogni scelta fatta. Essere in grado di accettare la scomodità del momento per una ricompensa futura. Andare oltre i limiti imposti dalle nostre impressioni, dalle convinzioni personali, dai trascorsi famigliari e dalle credenze culturali.

Basandoci su delle false convinzioni, spesso ci attribuiamo in modo semplicistico un carattere che crediamo immutabile. “Sono pigro”, “Non sono costante”, “Sono timido”, “Sono Introverso” sono solo alcuni esempi di descrizioni che spesso usiamo come scuse per non uscire dalla zona di comfort. E’ giunta l’ora di sfatare qualche mito e di mettere in pratica quelle azioni per avviare il tuo cambiamento.

Non si è costanti o incostanti di natura. Non si nasce con il gene della costanza. Esistono le persone che si impegnano a seguire un percorso di crescita e altre che decidono di non seguirlo.

Prova a migliorare il tuo dialogo interiore e prova a dirti “anche io posso essere costante”.

Volere è Potere… Se non sei regolare nelle tue azioni verso il cambiamento, nella scelta di dove e come impiegare le tue energie, nella tua capacità di imprimere una svolta al tuo percorso, vuol dire che non ne hai abbastanza voglia. Non è una questione di potere, ma di volere. Vuol dire che non riesci a visualizzare una futura versione di te, migliore di quella corrente.

Il cervello spesso ti viene in soccorso per creare ponti e scorciatoie utili a farti fare delle cose anche controvoglia. Non essere succube di quelle convinzioni limitanti che ti tolgono voglia di fare, forza ed energia. Costruisci un temperamento forte sfruttando le capacità del tuo cervello di stabilire dei pattern per essere costante nel tempo.

Prova la Visualizzazione, puoi trovare un articolo dove ne parliamo proprio qui.

Poco ma tutti i giorni (o quasi)

Fai piccoli passi piuttosto che grandi stravolgimenti che poi non riesci a mantenere. Stabilisci delle buone abitudini. Creati dei rituali giornalieri, legati alle abitudini già esistenti in modo da automatizzare il più possibile il processo e aumentare la costanza.

Medita e Respira

Usa la meditazione per allenare la tua mente a essere più riflessiva, più calma e rilassata in modo da supportarti nei momenti di calo. Bastano pochi minuti tutti i giorni per avere enormi benefici. Se sei scettico sulla meditazione perché credi sia solo per santoni sappi che ci sono numerosi studi scientifici che ne dimostrano l’efficacia e sempre più persone si avvicinano alle tecniche di mindfulness per migliorare le proprie prestazioni al lavoro, nello sport o nella vita di ogni giorno. Se hai ancora dei dubbi, puoi leggere l’articolo completo in questo articolo del blog.

Registra i tuoi progressi

Scrivi il diario, riconosci i tuoi progressi anche se piccoli, questo ti aiuterà a rinnovare la motivazione giorno dopo giorno e a rimanere costante. Non essere troppo critico nei tuoi confronti, non serve a nulla anzi. Allenati a vedere i tuoi miglioramenti, non solo quello che non riesci a fare.

Premiati

Programmati una ricompensa settimanale. Se sei costante per 7 giorni, l’ottavo puoi permetterti un premio. Anche se non riesci a fare tutto perfetto non importa, setta il tuo livello all’80%… La perfezione non esiste quindi metti da parte il tuo perfezionismo, ti tira solo indietro. Se per la maggior parte del tempo hai lavorato bene verso il tuo obiettivo, hai fatto le scelte giuste verso il miglioramento non importa se per qualche volta hai scelto la via comoda. Succede e il premio te lo meriti lo stesso.

“Come raggiungere un traguardo? Senza fretta, ma senza sosta.”

J.W. Goethe

Prova a mettere in pratica queste poche strategie rafforza costanza e ci leggiamo alla prossima!

Un pensiero riguardo “Mancanza di costanza?

  1. Credo che sia buono tutto quello che ci fa’ migliorare, se si intende come essere ” costante “. Il tempo a volte ci costringe a dimezzare le nostre scelte e le nostre abitudini, per via caratteriali o di lavoro, svago.. L’importante e mantenere quel poco che ci stimola ad espandere la migliore nostra costanza. Auguri per il suo blog. Colgo l’occasione per invitarla nel mio web: https://lacascinadeisogni.blogspot.com/ L’aspetto con un suo commento a tema di sua scelta. Buona giornata..

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...