Obiettivi fissati! Ed ora?

Bandiera Italia

Abbiamo parlato dell’importanza di fissare gli obiettivi in modo da sapere dove si vuole arrivare e focalizzare il traguardo. Fissare gli obiettivi però è solo l’inizio del percorso. Una volta trovata l’ispirazione per compiere il primo passo è necessario tenere alta la motivazione che ci spingerà a continuare a lavorare sodo verso quegli obiettivi che ci siamo prefissati.

Visualizzare il traguardo è importante, ma focalizzarsi sulle tappe intermedie lo è altrettanto. Lo strumento più utile per mantenere un buon livello di motivazione è misurare i progressi e confrontarli con il punto di partenza. Misurare i punti intermedi è utile per essere certi di andare nella giusta direzione permettendoci di fare degli aggiustamenti in caso contrario.

Quindi, su che dati ci basiamo per misurare i progressi? Peso, Misure e Fotografie.

Eh si… fotografie… non per forza bisogna renderle pubbliche su tutti i social network a disposizione, si può semplicemente creare una cartella sullo smartphone per averle tutte a portata di mano per effettuare i confronti e vedere quanta strada avete fatto. Ecco le 6 posizioni da dove iniziare:

Foto da DDPY progress pictures

Prendiamo le misure… Non solo il peso, ma tutte le misure. E’ molto importante non focalizzarsi solo sul numero sulla bilancia perché in molti casi può essere un dato ingannevole in quanto si può mantenere lo stesso peso ma cambiare completamente la propria composizione corporea con percentuali diverse di massa grassa e massa muscolare. Senza entrare troppo nel tecnico e non dovendo per forza comprare una bilancia che ci indichi tutte le percentuali possiamo valutare i progressi basandoci sulla combinazione di peso, misure e fotografie.

50074646_236025907321392_3427097741421969408_n

La frequenza per controllare l’avanzamento dei risultati può variare, ma considerate un tempo non troppo breve in modo da poter vedere dei cambiamenti, ma non troppo lungo per non perdere la motivazione. Potete scegliere una cadenza mensile oppure bimestrale.

Se i dati non si discostano molto da un periodo all’altro non scoraggiatevi, ma focalizzatevi sulle NSV (Non Scale Victories) cioè quei risultati non misurabili dai dati, per esempio, i jeans non stringono più in vita, vi sentite più energetici e forti, per alzare un pacco di acqua fate meno fatica, dopo due piani di scale non avete il fiatone, etc… Questi piccoli segnali saranno utili per dirci che anche se il progresso misurato è minimo, la direzione è giusta!

La Vita è un Viaggio non una Destinazione

2 pensieri su “Obiettivi fissati! Ed ora?

  1. Pingback: Mancanza di Motivazione? 5 frasi per tenerti in riga! | Team Regular Warriors

  2. Pingback: OBIETTIVI? Come e Perché fissarli | Team Regular Warriors

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...